Il risultato del vertice Fao

E’ stato ribadito l’impegno di fronte alle liberalizzazioni commerciali in ambito Wto nonostante la contrarietà del Venezuela. Solo posizioni mediane sui punti più spinosi, dai biocarburanti ai cambiamenti climatici. Gli Stati Uniti hanno spinto e ottenuto che non ci fosse alcun riferimento alla Convenzione quadro delle Nazioni Uniti. Morale: del biofuel (il carburante che deriva da biomasse ricavate cereali, canna da zucchero, barbabietole e legumi) si parla solo al dodicesimo punto con una “semplice raccomandazione” a studi più approfonditi sul loro impatto nella crisi alimentare. Il fatto è che le coltivazioni per il biofuel, molto redditizie, stanno scacciando le altre coltivazioni solo alimentari. Così aumentano i prezzi e la fame. Ai governi dei paesi più poveri sarebbe bastato solo l’annuncio di una limitazione dei sussidi per il biofuel. E’ arrivata la proposta di un approfondimento su vantaggi e svantaggi dei biocarburanti.

http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/esteri/vertice-fao/bozza-finale/bozza-finale.html

Cosa c’e da approfondire? Da una parte quasi un miliardo di persone che sofforno la fame. Dall’altro un paese che trasforma il cibo in carburante per auto.

Se Dio esite, un giorno chiederà conto a qualcuno di questa immane strage, figlia della disumanità di un sistema folle. Anche ai vertici della Chiesa chiedera’ conto,  silenziosi di fronte ad un dramma di tale portata.

Annunci

~ di Giuseppe su giugno 5, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: