L’ultima trovata del demone capitalista

Più passa il tempo e più sono convinto che il futuro sarà difficile da gestire e da controllare. Troppi stimoli, troppe distrazioni vengono dal mondo esterno,troppe cose tentano di allontanarci da quello che è il senso vero della vita. Ci vorrebbero come automi non pensanti,consumatori e non cittadini, sudditi e non uomini con dei diritti.

Ma se per fortuna la nostra generazione ha ancora una capacità cognitiva (più o meno sia ben chiaro…) le generazioni future,cresciute davvero a a pane tv e playstation non sapranno più distinguere tra realtà e fantasia,tra ciò che è giusto è ciò che è sbagliato,tra ciò che vale la pena perseguire e ciò che invece è male,tra ciò che è reale e ciò che è virtuale.

Facebook è senza dubbio uno degli esempi più lampanti che si possono fare per capire dove ci vogliono portare le menti diaboliche che condizionano i circoli economici mondiali.

La notizia uscita quest’oggi sui giornali  è da mettersi le mani nei capelli

http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/tecnologia/facebook-world/facebook-world/facebook-world.html

Sfruttare i rapporti interpersonali tra le persone per effettuare ricerche di mercato e fare soldi è quanto di più viscido ci possa essere.

Sfruttare la buona fede delle persone che trovano in quel social network un momento di socializzazione (virtuale ahimè) è francamente inaccettabile.

Il solo pensiero che qualche geniaccio della new economy (bella fine che state facendo eh?) possa pensare di influenzare le persone proponendo pubblicità mirate ai profili delle persone mi fa imbestialire oltre ogni modo.

Vuol dire avere la certezza di essere considerato uno stupido che si beve tutto ciò che lor signori vogliono,significa aver perso il controllo di se stessi e la propria libertà,vuol dire essersi consegnati al carnefice senza neanche lottare.  

Ed io credo che meritiamo di più. Molto di più.

Annunci

~ di Marcello su febbraio 3, 2009.

Una Risposta to “L’ultima trovata del demone capitalista”

  1. La disumanizzazione dell’Uomo sta veramente raggiungendo dei livelli inauditi. Siamo ormai merce, in tutti i sensi, come un qualsiasi capo di bestiame.Ci scrutano, ci pesano, ci scelgono. Dobbiamo solo essere adatti a produrre e consumare. Ogni epoca ha i suoi miti: quando vidi il film Matrix per la prima volta rimasi turbato. Credo di aver capito perchè: quei corpi che nutrono le macchine siamo noi e la realtà che ci trasmettono non è altro che un’immensa messa in scena. Sono anche pero’ sempre piu’ convinto che, per cause fisiche e non superabili, il capitalismo è giunto alla sua fine. Anche se non sarà certo una passeggiata andare oltre, arrivati a questo punto, penso sia un bene per tutti che finisca questo incubo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: