Il terremoto si può prevedere?

Fino al terremoto che ha devastato l’Abruzzo, la questione era dibattuta solo tra gli addetti ai lavori.

Con l’improvvisa popolarità che il ricercatore Giuliani si è procurato, il tema si è posto all’attenzione dell’opinione pubblica e si sono venuti a formare due schieramenti contrapposti: coloro che credono all’ “eretico” e quelli che credono alla verità ufficiale.

Il ragionamento che ha svolto Giuliani (il radon, sprigionatosi dalla fatturazione delle rocce, sarebbe il precursore sismico tanto cercato…) potrebbe contenere un fondo di verità: si spera che il mondo accademico, in cui a volte prevalgono più che il merito, le spintarelle di vario genere, non abbia preconcetti per queste nuove teorie e che il governo italiano, accanto alla pioggia di soldi destinati alla costruzione di “new town” di demitiana memoria, stanzi un minimo di fondi per la ricerca in questo settore (anche se così il PIL non cresce di molto…), magari creando una rete di sensori sul territorio nazionale che possano dare delle indicazioni sul rischio sismico nel corso dei giorni, come già avviene in California:

http://www.fdambrosio.net/wp-content/uploads/2009/04/mapallcal-230×300.jpg

Cosi’  un giorno, potremmo di fronte a queste catastrofi, finalmente dissentire da Voltaire, che di fronte al terremoto che distrusse Lisbona nel 1755, vide vacillare il suo ottimismo illuminista:

Poveri umani! e povera terra nostra!
Terribile coacervo di disastri!
Consolatori ognor d’inutili dolori!
Filosofi che osate gridare tutto è bene,
venite a contemplar queste rovine orrende:
muri a pezzi, carni a brandelli e ceneri.
Donne e infanti ammucchiati uno sull’ altro
sotto pezzi di pietre, membra sparse;
centomila feriti che la terra divora,
straziati e insanguinati ma ancor palpitanti,
sepolti dai lor tetti, perdono senza soccorsi,
tra atroci tormenti, le lor misere vite.

Ai lamenti smorzati di voci moribonde,
alla vista pietosa di ceneri fumanti,
direte : è questo l’effetto delle leggi eterne
che a un Dio libero e buono non lasciano la scelta?
Direte, vedendo questi mucchi di vittime:
fu questo il prezzo che Dio fece pagar pei lor peccati?
Quali peccati ? Qual colpa han commesso questi infanti
schiacciati e insanguinati sul materno seno?
La Lisbona che fu conobbe maggior vizi
di Parigi e di Londra, immerse nei piaceri?
Lisbona è distrutta e a Parigi si balla.
Tranquilli spettatori, spiriti intrepidi,
dei fratelli morenti assistendo al naufragio
voi ricercate in pace le cause dei disastri;
ma se avvertite i colpi avversi del destino,
divenite più umani e come noi piangete.

Annunci

~ di Giuseppe su aprile 9, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: