L’election day

Se veramente avessimo uno Stato che agisce per il bene dei propri cittadini, una situazione del genere non potrebbe essere neanche concepibile: c’e’ un referendum (il cui esito, personalmente, non mi interessa minimamente) in cui gli elettori sono chiamati ad esprimere un giudizio sulla legge elettorale.
I partiti di maggioranza, nonostante la crisi economica e ora anche il terremoto, al posto di favorire la partecipazione popolare, si ingegnano a come fare per non far raggiungere il quorom, anche se ciò significa sperperare 400 milioni di euro delle nostre tasse, di cui si potrebbe fare un ben altro utilizzo:

http://www.repubblica.it/2009/04/sezion … n-day.html

La Lega è pronta ad alzare le barricate di fronte allo spettro della consultazione che d’un colpo rischia di cancellarla dal sistema politico, assieme agli altri partiti che non siano i due principali. Ma se dopo l’annuncio del capo del governo in conferenza stampa non è partito il fuoco di fila del Carroccio è perché sembra che, neanche tanto sotto traccia, Berlusconi abbia garantito a Bossi, Maroni e Calderoli che se accorpamento ci sarà, ebbene, non sarà con le Europee e il primo turno delle amministrative del 7 giugno, ma con la tornata del 21, col ballottaggio per sindaci e Province. Ipotesi ammessa pubblicamente un mese fa anche dal ministro Maroni. Non a caso. Perché in questa seconda opzione le probabilità di raggiungere il fatidico quorum sarebbero molto, ma molto ridotte.

p.s. Ovviamente anche votare in concomitanza dei ballottaggi di poche province e comuni, al posto delle Europee, che si svolgono su tutto il territorio nazionale, comporta un aggravio di spesa non indifferente. Ma tanto paga Pantalone…

Annunci

~ di Giuseppe su aprile 10, 2009.

2 Risposte to “L’election day”

  1. dopo 6 giorni dal post la risposta delle istituzioni…
    referendum ed elezioni in giorni diversi…
    chapeau!

  2. Ok, se ci va bene spenderemo solo 330 milioni di euro per far finta di indire un referendum che sicuramente fallirà.
    Sarebbe molto più saggio annullarlo con un trucco qualsiasi.

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/04/referendum-berlusconi-lega-terremoto.shtml?uuid=e5e89850-2a7f-11de-95fd-04f27e4a2759&DocRulesView=Libero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: