Siamo tutti un pò più soli. O No?

LA RICERCA – A lanciare l’allarme sono stati gli esperti della Mental Health Foundation che, partendo da argomentazioni scientifiche e basandosi su un sondaggio svolto su 2.250 britannici, hanno tratteggiato uno scenario per certi versi preoccupante della Lonely Society : un mondo a parte, dove i ragazzi fra i 18 e i 24 anni sono i più esposti alla solitudine, con una percentuale due volte superiore agli over 55 che, fino a poco tempo fa, si ritenevano i più a rischio. In pratica, un giovane su tre (il 31%) ha ammesso di passare troppo tempo a comunicare via web con persone che, invece, si dovrebbero vedere dal vivo. «Internet non è la radice del problema» – ha voluto precisare il dottor Andrew McCulloch, amministratore delegato della charity, al Daily Mail – ma può sicuramente contribuire ad aggravare la situazione. Incontrare le persone online o parlare con loro via mail o chat non significa avere una relazione vera e propria e, soprattutto, questo tipo di rapporto non permette di ottenere la stessa reazione che si avrebbe incontrandosi dal vivo».

ANSIA DA CONTATTO PERENNE – In sostanza, la tendenza a ricorrere ai social network per stare in contatto con il resto del mondo va oltre il tradizionale concetto di socializzazione, creando, appunto, una generazione di «Eleanor Rigby», dove ognuno è schiavo della propria solitudine. «Il contatto umano nutre corpo e mente – ha spiegato il responsabile della politica della fondazione, Simon Lawton-Smith – e il modo in cui viviamo ora è la prova che di questi contatti umani ne stiamo avendo sempre di meno. Internet può essere fantastico per tenerci in contatto con chi ci sta a cuore e magari si è trasferito dall’altra parte del globo, ma occorre trovare un giusto equilibrio»

(tratto dal Corriere della Sera)

La necessità di essere in contatto con gli altri è indubbia. Così come la paura della solitudine che attanagaglia ciascuno di noi in alcuni frangenti della vita.

Lascio agli altri le considerazioni questa volta, preferisco riflettere e rimanere in silenzio.

Annunci

~ di Marcello su maggio 25, 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: